sabato 27 dicembre 2014

arrosto di lonza al latte

E' stato un Natale un po' fuori dall'ordinario... dove tutto è andato al contrario, purtroppo anche la cuoca si ammala  e allora....
Padre e figlia in cucina e la mamma sul divano sotto una montagna di coperte,  <stai coperta così guarisci prima, in cucina quest'anno ci siamo noi!!!>
Si sono divertiti un mondo, li sentivo ridere e scherzare, e a sentir loro sono stati giorni bellissimi, oltre che a cucinare hanno fatto anche le foto  per il blog, per farmi piacere, "quando stai meglio così lo puoi aggiornare" mi ha detto mio marito...
Alla fine, però, hanno dimenticato di comprare la carne, per fortuna  che in congelatore hanno trovato un pezzo di lonza, ma come farla?
Hanno deciso prima di tutto di dividerla a metà quindi di cucinarne una metà al latte, e qui andavano sul sicuro, e l'altra metà all'arancia, giusto per provare qualcosa di nuovo....




Ingredienti:

1 kg di lonza di maiale
1/2 lt di latte intero
4-5 cucchiai di olio E.V.O.
1 spiccio di aglio
40 gr di burro
sale e pepe q.b.

Procedimento:

Legate la lonza con un filo di corda per alimenti, quindi  , quindi strofinatela con sale e pepe.
Fatela rosolare a fuoco alto in una padella dai bordi  alti con  burro e olio ben caldi, su tutti i lati, in modo da sigillare bene la carne.
Quando sarà ben dorata in modo uniforme, aggiungete il latte e abbassate la fiamma.
Cuocete la lonza per un un'ora e trenta minuti a fuoco lento.
Lasciate intiepidire il pezzo di carne poi tagliatela a fette.
Nel frattempo fate riscaldare il sughetto, sistemate le fette sul vassoio e cospargetele con il sughetto caldo.
Questo piatto è attimo accompagnato da patatine novelle.




giovedì 25 dicembre 2014

Buon Natale 2014


Tutto filava per il meglio, i regali già pronti, i menù già preparati insomma quest'anno come non mai era tutto già pronto per festeggiare questo Natale,
Poi, prima ci si è messo un dente, che purtroppo il dentista  ha dovuto togliere, infine un'influenza che non se ne vuole andare.... ma fa lo stesso è Natale comunque  e anche se raffreddata auguro a tutti, anche se un po' in ritardo, un felice e lieto Natele a Voi e alle vostre famiglie!!!!




sabato 13 dicembre 2014

Pennette con salsiccia e cavolfiore




Abbiamo deciso all'ultimo momento una gita a Milano per la festa dell'Immacolata, seguendo un suggerimento di Carmine del blog turismolento, che nel suo racconto parlava della Fiera Oh bej oh bej che si tiene ogni anno a Milano dal cinque all’otto dicembre per la festa di Sant’Ambrogio. 
Era tantissimo tempo che non andavo a Milano ne ho quindi approfittato oltre che girare per le bancarelle, per fare anche una visita al duomo e una sbirciatina dalle sue guglie, un vero peccato per la nebiolina che ci ha impedito di vedere bene la città da lassù!
Quindi in galleria e per finire nel pomeriggio la mostra di Van Gogh a Palazzo Reale.
Al ritorno Mario, mio marito ha cucinato per me e mia figlia questa pasta, con un abbinamento molto particolare, salsiccia e cavoli, ho voluto proporvela perché devo dire che subito mi ha lasciata un po’ perplessa ma mi sono dovuta ricredere alla fine si è dimostrata molto buona e appetitosa.



Ingredienti per 4 persone:

320 gr di pennette
200 gr di salsiccia
150 gr di cavolfiore
150 gr di fagiolini
1 cipolla
olio E.V.O.
sale e pepe
2 cucchiai di panna
parmigiano reggiano grattugiato



Procedimento:

Affettate finemente la cipolla e fatela rosolare in una padella con 3 cucchiai di olio, unite la salsiccia spellata e sgranata, fatela rosolare per qualche minuto.

Aggiungete il cavolfiore e i fagiolini entrambi  tagliati a pezzetti, regolate di sale e profumate con una macinata abbondante di sale, aggiungete un paio di cucchiai di acqua bollente e fate insaporire per una decina di minuti o comunque fino a cottura delle verdure, per ultimo aggiungete la panna.
Lessate le pennette in abbondante acqua salata, scolateli e trasferiteli nella padella con la salsiccia e le verdure, fate saltare il tutto per un minuto.
Aggiungete abbondante parmigiano grattugiato, date un'ultima rigirata e servite.





domenica 30 novembre 2014

Mezze maniche con ricotta e briciole al balsamico e supreme di pollo al pepe rosa

Il pranzo di questa domenica è stato un po' particolare...  io e Mario abbiamo festeggiato 23 anni di matrimonio, non mi sembra vero...
Il giorno fatidico effettivamente sarebbe domani, ma purtroppo saremo a lavorare,  per cui abbiamo deciso di festeggiare in anticipo di un giorno, domani sera andremo comunque a cena in un ristorante tipico della nostra zona.
Abbiamo sfogliato diverse riviste di cucina prima di trovare "qualcosa" che  accontentasse entrambi, alla fine queste sono le ricette scelte e che vi proponiamo.
Inoltre abbiamo anche cucinato insieme, non succedeva ormai da un po' di tempo e subito ci siamo, come dire, "intralciati"; lui ordinato e organizzato, io più disordinata e a volte caotica,  ma alla fine siamo riusciti a mangiare ad un orario quasi decente....





Ingredienti per 4 persone:

320 gr di mezze maniche
100 gr di mollica di pane raffermo
100 gr di fagiolini già puliti
100 gr di ricotta
1 scalogno
6 pomodorini
1 cucchiaio di origano
parmigiano reggiano - pecorino grattugiati
aceto balsamico
3 cucchiai di olio E.V.O.
sale e pepe




Procedimento:

Lavate i fagiolini e tagliateli a metà, sbriciolate grossolanamente la mollica di pane, quindi raccoglietelo in una padella.
Bagnatelo con una spruzzata abbondante di aceto balsamico e fatelo saltare in padella finchè diventa croccante.  
Lessate le mezze maniche e i fagiolini in abbondante acqua bollente e salata. Nel frattempo affettate lo scalogno e fatelo soffriggere dolcemente in un'altra padella con l'olio. Unite i pomodorini tagliati a dadini e continuate la cottura per alcuni minuti.
Scolate le mezze maniche e i fagiolini e  versatele nella padella con il sugo di scalogno e pomodorini, profumate con l'origano e fate saltare per un minuto. 
Quindi unite la ricotta,  una manciata di parmigiano e di pecorino,  i dadini di pane aromatizzati con l'aceto balsamico, un pizzico di pepe, girate il tutto con un cucchiaio di legno e servite.



Supreme di pollo al pepe rosa





Ingredienti:

1 petto di pollo
5 fette di pancetta tesa oppure 5 fette di prosciutto cotto
1 bicchierino di Brandy
farina
olio E.V.O.

per la salsa besciamella
30 gr di farina
30 gr di burro
300 gr di latte 
pepe rosa q.b. 





Procedimento:
Preparate la besciamella facendo sciogliere completamente insieme il burro e la farina, unite il latte leggermente intiepidito e continuando a mescolare portate a cottura.
Unite alla besciamella 2 - 3 cucchiaini di pepe rosa leggermente schiacciati regolate di sale e mescolate.

Tagliate il petto di pollo a listarelle piuttosto grandi, arrotolatele nella pancetta o nel prosciutto cotto, infarinatele e fatele soffriggere in padella con 2 - 3 cucchiai di olio E.V.O.  
Dopo averle fatte ben rosolare da entrambi  i lati, versate il brandy e fate sfumare.
Distribuite gli involtini di pollo in una teglia da forno, nappatele con la salsa e fatele gratinare in forno a 190 gradi per circa 10 minuti circa.






sabato 29 novembre 2014

Torta gianduiotto al profumo di caffè






Ho rivisto un poco la ricetta di  questa torta e ho capito che profumandola con il caffè sarebbe diventata una torta assolutamente fantastica...




Ingredienti:
200 gr di cioccolato al caffè
30 ml di caffè forte
4 uova
4 cucchiai di zucchero
200 gr di zucchero
100 gr di burro
1 bustina di vanillina 
1 cucchiaio di fecola
1 bicchierino di rum
1 pizzico di sale
zucchero a velo q.b.



Procedimento:

Spezzettate il cioccolato fondente e mettetelo a sciogliere in una piccola casseruola insieme al burro.   Quando entrambi si saranno amalgamati aggiungete il caffè e fatelo amalgamare, togliete la casseruola dal fuoco e lasciate intiepidire il composto.
Nel frattempo sgusciate le uova e ponete i tuorli a montare con lo zucchero, sbattete bene con le fruste elettriche fino a che il composto sia chiaro e spumoso.
Sempre sbattendo, unite il composto di cioccolato e burro a quello di tuorli e zucchero. Incorporate al composto anche la farina di fecola  incorporando bene tutti gli ingredienti, si  dovrà ottenere un impasto omogeneo e senza grumi. 
In un'altra ciotola ponete gli albumi e un  pizzico di sale e con lo sbattitore elettrico montate gli albumi ben sode, quindi incorporate delicatamente gli albumi montati a neve con lo zucchero al composto di cioccolato  mescolando dal basso verso l’alto.
Foderate con carta forno una tortiera diametro  24 cm. e versateci dentro l’impasto della torta in modo uniforme. Infornate in forno già caldo a 180° per 25-30 minuti, quindi spegnete il forno, e lasciate raffreddare la torta tenendo lo sportello del forno socchiuso. Una volta fredda, estraete la torta dallo stampo (con molta delicatezza e stando attenti a non romperla) e ponetela su di un piatto da portata. spolverizzate con zucchero a velo.








giovedì 27 novembre 2014

Pennette zucca e provolone

Una pasta colorata e appetitosa, veloce e molto profumata, per rallegrare una giornata come questa, dove la pioggia  e l'umidità la fanno da padrone, un'umidità che ti entra e ti fa sentire freddo anche se freddo non c'e.



Ingredienti per 4 persone:

320 gr di pennette
600 gr di polpa di zucca già pulita
50 gr di provolone grattugiato
50 gr di pecorino grattugiato
1 spicchio di aglio
1 ciuffo di prezzemolo
1 peperoncino
3 cucchiai di olio E.V.O.
sale e pepe nero




Procedimento:

Scaldate in una padella 3 cucchiai di olio E.V.O. con lo spicchio di aglio schiacciato e il peperoncino,
Unite la polpa di zucca tagliata a pezzettini e lasciatela insaporire per alcuni minuti. Coprite e  proseguite la cottura a fuoco medio girandola ogni tanto, finché la polpa non sarà quasi sfatta. Al termine eliminate l'aglio e il peperoncino e profumate con qualche foglia di prezzemolo tritato.
Lessate le pennette in abbondante acqua salata, quindi scolateli e trasferiteli nella padella con il sugo di zucca. Unite il formaggio provolone grattugiato e fate saltare il tutto per circa un minuto, quindi levate dal fuoco, impiattate e servite dopo aver spolverizzato con pecorino grattugiato, profumato con un buon pizzico di pepe nero e di prezzemolo. 



domenica 16 novembre 2014

Crostata con fudge al cioccolato

Non c’è niente di più gratificante che realizzare dolci genuini e soprattutto la soddisfazione di rendere felice tutta la famiglia e non solo...

Le torte sono la mia passione, in particolare mi piace preparare le crostate!!! Non solo mi piace sperimentare, ma anche provare nuove ricette e nuovi abbinamenti, inoltre le crostate sono quelle che più mi soddisfano perchè le puoi farcire con quello che vuoi: frutta, cioccolato, creme di ogni tipo, marmellate, ma soprattutto mi piace mangiarle!!! 
Oggi vi propongo una crostata con fudge al cioccolato, dove la crostata incontra uno strato morbido e soffice di cioccolato, e se volete qualcosa in più potete spolverizzare di zucchero a velo e abbinare panna montata profumata alla cannella....





Ingredienti per la frolla:


120 gr di burro
120 gr di zucchero
300 gr di farina
2 uova intere
1 pizzico di sale
teglia diam. 27 cm.

Formare la frolla unendo tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto omogeneo, da porre in frigorifero, avvolto nella pellicola trasparente per circa un'ora.



Per il fudge

140 gr di cioccolato fondente di buona qualità tritato
175 gr di burro a dadini
350 gr di zucchero di canna
100 gr di farina
½ cucchiaino di essenza di vaniglia
6 uova sbattute


Procedimento:


Stendere la pasta frolla sul piano di lavoro e utilizzatela per foderare uno stampo da crostata diam. 25 – 27 cm.  Bucherellate la base di pasta con una forchetta quindi rivestitela di carta da forno e ricoprite con fagioli secchi, per la cottura in bianco.
Cuocete la frolla nel forno preriscaldato a 180 gradi per 15 minuti. Estraete la frolla dal forno, togliete i fagioli e rimettete nel forno per altri 10 minuti a 160 gradi fino a fine cottura.
Per il fudge, mettete il burro e il cioccolato in una ciotola termoresistente e disponetela sopra una pentola di acqua in leggere ebollizione. Mescolate fino ad ottenere un impasto liscio, quindi togliete dal fuoco e fate raffreddare. 
Mettete lo zucchero di canna, la farina, la vaniglia e le uova in un’altra ciotola e mescolate, quindi incorporatevi la crema di burro e cioccolato.
Versate il fudge sulla base di pasta e infornate per 50 minuti a 160 gradi o finchè il fudge non si sarà rassodato. Trasferite la crostata sulla gratella e fatela raffreddare completamente, quindi a piacere spolverizzate con zucchero a velo e servite con panna profumata alla cannella.



martedì 11 novembre 2014

Croccante di ricotta e amaretti






Novembre è mese di compleanni, in ufficio, ben sei persone compiono gli anni in questo mese!!!

Quest'anno hanno deciso di festeggiarlo tutte insieme, ognuno ha contribuito portando o un dolce, o del salato, io ho scelto di portare questa torta perchè è uno dei dolci che mi riesce meglio, questa in particolare riscuote un notevole successo..
.

INGREDIENTI:

300 gr. di farina 00

60 gr. di mandorle sgusciate
1 uovo
120 gr. di burro
150 gr. di zucchero
1 cucchiaio di lievito per dolci




PER FARCIRE:

250 gr. di ricotta 

200 gr. di amaretti
1 uovo
120 gr. di burro
150 gr. di zucchero
zucchero a velo per guarnire




PROCEDIMENTO:


Tritare le mandorle fino a renderle farinose e metterle a parte in una ciotola. 
Preparare la frolla unendo farina, zucchero, uova, lievito, burro e le mandorle tritate finemente in precedenza.
Lavorare con le mani l'impasto sfregando tutti gli ingredienti fra di loro, fino a rendere tutto l'impasto granuloso e sabbioso. Riporre in frigorifero per un'ora circa l'impasto. Trascorso il tempo, dividere il composto in due parti uguali. Preparare la farcitura tritando fino a ridurli in polvere gli amaretti.  Mettere in un recipiente gli amaretti tritati, quindi unire zucchero, burro, uova e ricotta. Lavorare per qualche minuto l'impasto con un cucchiaio fino a rendere il composto liscio e cremoso.
Riprendere il composto sabbioso e ricavarne due parti uguali.
Quindi imburrare uno stampo (diam. 27 cm). e coprire la base con una parte del composto sabbioso, pressandolo leggermente. Versare la farcia e livellarla delicatamente, per ultimo coprire con l'altra parte dell'impasto granuloso in modo tale che le briciole coprano lo strato di farcia. Preriscaldare a 160 gradi il forno in modalità statica, quindi infornare per 40 minuti, fino ad avere una leggera doratura.
Lasciare raffreddare la torta, riporla su una tortiera, quindi spolverizzare con zucchero a velo.



domenica 9 novembre 2014

Plum cake al limone

Il plumcake al limone è il classico dolce per la colazione, a noi piace in particolar modo   perché ha un sapore molto delicato, inoltre è soffice, morbido e leggero.
Ho utilizzato dei limoni  che arrivano da Roma e coltivati dai nostri amici che ci hanno fatto visita.
Questi limoni rispetto ai miei che sono sempre un po’ rachitici, sono grossi, succosi e molto saporiti, non potevano che finire in questo  delizioso plumcake.





Ingredienti:

200 gr. di farina
3 uova
150 gr. di zucchero
8 gr. di lievito per dolci
la buccia grattugiata di 2 limoni
40 gr. di succo di limone
60 gr di olio
60 gr di burro fuso
2 pizzichi di sale
mandorle a lamelle q.b.
zucchero a velo




Procedimento:

Sbattete le uova con lo zucchero, usando le fruste elettriche, per circa 10 minuti, il composto deve risultare chiaro e spumoso, quando saranno ben montate unite la buccia gratugiata dei limoni. 
Unite quindi a filo il succo di limone, l’olio e il burro fuso e freddo, continuando sempre  a montare con le fruste elettriche. 
Aggiungete per ultimo  la farina setacciata con il lievito e il sale. 
Versate l’impasto ben amalgamato in uno stampo da plum cake imburrato e infarinato cospargetelo con le lamelle di mandorla e cuocete per 45 minuti a forno preriscaldato a 170-180 gradi. Lasciate il dolce altri 5 minuti nel forno spento poi estraete il plum cake e  fatelo raffreddare, infine cospargetelo di zucchero a velo.



venerdì 7 novembre 2014

Tortaccio


Chi non conosce Giorgione alzi la mano...
Ho cominciato a seguirlo già da un po' di tempo, i piatti che prepara non sono molto elaborati, si tratta di piatti semplici, anche se a volte troppo calorici, per i miei gusti...
Alcune sere fa,  ha preparato questo tortaccio, come lui lo ha chiamato, che ha subito attirato la mia attenzione. Facile da preparare, veloce, ma soprattutto molto appetitoso. Giorgione ha utilizzato foglie di cicoria raccolte direttamente nelle campagne circostanti, io ho
utilizzato per praticità gli spinaci, il risultato è stato comunque ottimo....
Per chi non conoscesse Giorgione lo può trovare tutte le sere alle 20,00 sul canale "Gamberorosso Channnel" è un gran simpaticone....



Ingredienti:

una manciata di olive sia verdi che nere
2 salsicce
2 cucchiai di capperi
3 acciughe
2 spicchi di aglio
gr 700 di spinaci
sale e pepe
un pizzico di peperoncino
olio E.V.O.
una confezione di pasta brisee




Procedimento:

In una padella grande fate soffriggere con l'olio 2 spicchi di aglio leggermente schiacciati, unite i capperi, le olive denocciolate e tagliate a pezzetti, le acciughe, un pizzico di peperoncino.
Lasciate soffriggere per alcuni minuti, quindi unite le spinaci ben lavate e scolate, aggiungete il sale e un pizzico di pepe, rimestate bene con un cucchiaio di legno, quindi coprite la padella con il suo coperchio e lasciate cuocere circa 7-8 minuti rimestando ogni tanto.
Prendete le salsicce e tagliate a metà nel senso della lunghezza, togliete la pelle quindi appiattitele. Grigliate le salsicce da entrambi i lati, quindi mettetele da parte.
Rivestite una teglia rettangolare, io ho utilizzato quella da plum cake, con la pasta brisee lasciando ricadere la pasta in eccedenza lungo i bordi, che servirà in seguito per coprire il tortaccio.
Scolate le spinaci e rivestite  il fondo della teglia con metà delle spinaci, posizionate sopra le spinaci le salsicce, ricoprite con l'altra metà degli spinaci, quindi chiudete il tutto con la pasta brisee.
Infornate a 180 - 200 gradi fino a completa doratura della pasta.
Lasciate raffreddare leggermente poi tagliate a fette e buon appetito.




sabato 1 novembre 2014

Gnocchi di pane agli spinaci con crema alla robiola


Una gustosa ricetta di gnocchi di pane arricchiti da spinaci e formaggio Parmigiano e accompagnati da una gustosa crema di robiola e panna, ecco, questo è stato il piatto principale che ho preparato per la festa di Ognissanti.





Ingredienti per 4 porzioni:

250 gr di pane raffermo
2 bicchieri di latte
250 gr di spinaci
1/2 cipolla
2 uova
 50 gr di farina (più altra per spolverizzare)
50 gr di burro
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
sale e pepe



per il condimento:
250 gr di robiola
100 ml di panna fresca
1 mazzetto di erba cipollina



Procedimento:
Sminuzzate il pane raffermo e sistematelo in una ciotola, bagnatelo con il latte a temperatura ambiente e lasciate ammorbidire il pane per circa 1/2 ora, trascorso questo tempo scolatelo e strizzatelo per bene.
Nel frattempo  pulite le spinaci e lavatele bene. Tritate finemente la cipolla e fatela appassire in una terrina con il burro unite le spinaci e lasciatele appassire per qualche minuto, mescolando ogni tanto con un cucchiaio di legno.
Raccogliete il pane ben strizzato in una terrina unite le uova leggermente sbattute il parmigiano grattugiato, un pizzico di sale e di pepe le spinaci e amalgamate aggiungendo la farina setacciata poco alla volta fino ad ottenere un impasto omogeneo e di buona consistenza.
Dividete l'impasto in più pezzetti, fate rotolare ogni pezzetto sulla spianatoia infarinata per ricavare tanti cilindretti del diametro di circa un dito.
Tagliate ogni cilindretto a tocchetti di circa 2 cm. di lunghezza, man mano che sono pronti, disponeteli su un vassoio infarinato.
In una padella versate la panna e la robiola, mettete sul fuoco a fondere il formaggio mescolando con cura. Regolate di sale e di pepe. Lessate gli gnocchi in abbondante acqua salata e man mano che vengono a galla prelevateli con un mestolo forato e trasferiteli in  padella.
Mescolate delicatamente e fate insaporire per un minuto, impiattate e guarnite con un po' di erba cipollina tagliuzzata con le forbici e servite.






mercoledì 22 ottobre 2014

Crostata di ricotta caffè e cioccolato




Ho passato gli ultimi giorni insieme ai tanti ragazzi che si sono impegnati ad aiutare le persone in difficoltà causa la piena del torrente.
Una moltitudine di giovani armati, si fa per dire, di badili, ramazze, secchi, qualsiasi attrezzo è stato utile per portare aiuto alle famiglie che ne avevano bisogno.
I ragazzi sono stati meravigliosi, ma contro il fango e la melma c'è poco da fare, specie se non si hanno mezzi adeguati a supporto.
Io oltre al badile mi sono attrezzata con un vecchio spazzettone, che fra l'altro è stato utilissimo sia per spingere l'acqua nei tombini, sia per grattare i muri, ricoperti di melma lasciata dal torrente.
Poi finalmente nella giornata di sabato, quasi quattro giorni dopo è arrivata in forze la Protezione Civile e le cose sono andate decisamente meglio, è stato quindi possibile sgomberare sia le strade dalla montagna di materiale da smaltire, sia dall'acqua che ancora stazionava nelle cantine e per le strade.
Questa buonissima torta trovata sul blog di "Chiara del blog la pancia del lupo" è stata scelta per i volontari che hanno prestato la loro opera nella giornata di domenica, la ricetta originale la trovate qui, io l'ho leggermente modificata, perchè non avevo tutti gli ingredienti nella dispensa.
La ricotta rende questa torta cremosa e tenerissima e il caffè unito al cioccolato la rende davvero insuperabile.....
Neanche a dire che le quattro torte che ho preparato sono letteralmente sparite dai vassoi,







Ingredienti:

1/2 kg.di ricotta
2 uova
1 baccello di vaniglia
150 gr.di cioccolato fondente
1/2 tazzina di caffè concetrato
gr 100 burro a temperatura ambiente
gr 100 di zucchero
gr 250 di biscotti secchi
zucchero a velo q.b
teglia di 26 cm




Procedimento:

Tritate i biscotti finemente con il mixer, quindi aggiungete il burro e lavorate il composto fino a che non si sarà compattato.
Prendete uno stampo per crostate, imburrato e infarinato di diam. 26 cm. e distribuite uniformemente il composto, compattandolo con le mani.
Di seguito fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria.
In una casseruola lavorate con le fruste elettriche lo zucchero con i tuorli e i semi dell'estratto di vaniglia, quindi aggiungere la ricotta setacciata, il caffè e il cioccolato mescolando questa volta con un cucchiaio di legno.

Montate a neve ben ferma gli albumi che aggiungerete piano piano al composto preparato in precedenza. Versate la crema nella teglia e livellate la crema uniformemente.
Mettete in forno statico per 45 minuti a 180 gradi, quindi sfornate e una volta che la crostata si sia raffreddata ricoprite di zucchero a velo.


martedì 14 ottobre 2014

rotolino di pollo



E piove, piove, con violenti scrosci d'acqua fin da questa mattina, la pioggia talmente forte da formare nebbia, un temporale infinito, tuoni e fulmini per tutta la mattinata, tutti siamo sempre più preoccupati, il nostro pensiero va alla città di Genova, dove ancora c'è emergenza, e ancora non ha smesso di piovere...Nessuno sospetta che Parma a breve si sarebbe in parte allagata, non era mai successo! 
E così in pochi minuti ci troviamo in emergenza...i telefoni improvvisamente non sono più funzionanti, arrivano notizie dell'arrivo di pazienti da un'altro ospedale che risulta allagato, ponti e strade vengono chiusi... panico, mia figlia si trova al campus universitario proprio dove c'e l'emergenza maggiore e chiaramente non si riesce a contattare!
Una giornata che sarà difficile dimenticare, anche se alla fine tutto è finito bene e ci siamo ritrovati tutti a casa!!!
Per allentare la tensione accumulata, tutti ci siamo impegnati, il consorte ha apparecchiato, io e la mia ragazza abbiamo cucinato, con quello che avevo in frigorifero e che non era congelato... volevamo qualcosa di sfizioso, non tanto per fame, ma per il gusto di stare a tavola tutti insieme.... 
Il consorte ha fatto anche le foto, da non credere!!!





Ingredienti:

2 petti di pollo
4 fette di prosciutto cotto
sale e pepe
formaggio pecorino stagionato
olio E.V.O.
timo, maggiorana, rosmarino e salvia
1/2 bicchiere di vino bianco secco




procedimento:

Aprire a libro con un coltello affilato i petti di pollo e batterli con il batticarne, dandogli se possibile una forma regolare, cospargere con un pizzico di sale e di pepe.
Coprire con una fetta di prosciutto cotto e formaggio pecorino stagionato tagliato a fettine sottili, quindi arrotolare dandogli la forma di un piccolo cilindro. 
Avvolgere in una fetta di pancetta, quindi legare con filo da cucina.
Posizionare i rotolini in una teglia con un filo di olio e gli aromi, quindi passare al forno caldo, 200 gradi. 
Fare rosolare da tutte le parti i rotolini, quindi, aggiungere a filo il vino bianco, lasciare nel forno fino a che non si sia formata una crosticina croccante, circa 20 minuti.




domenica 12 ottobre 2014

Plum cake all'arancia




Le previsioni di oggi davano pioggia, che invece non c’è stata, in compenso un clima decisamente autunnale… nuvole basse, una leggera nebbiolina, la temperatura decisamente più fresca e l’umidità che ormai è entrata anche in casa, proprio per questo ho chiesto al consorte di accendere il camino...
E’ lui l’addetto all’accensione, alla sua pulizia è lui che durante il fine settimana mi fa trovare, al mattino, il camino acceso, quando scendo… non è adorabile?
Se c’e una cosa che mi rende felice è proprio questa, la colazione con il camino acceso… e allora ho scelto questo plum cake all’arancia per completare la colazione!!! E' soffice e morbissimo, proprio il dolce che fa per me! 




Ingredienti:

200 g. di farina
50 gr di fecola
150 gr di zucchero
1 cucchiaio di miele ai fiori di arancia
mezzo bicchiere di latte
90 gr di burro
3 uova
1 busta di lievito per dolci
1 bicchiere di succo d'arancia
scorza d'arancia grattugiata




Procedimento:

Per prima cosa dividete i tuorli dagli albumi, di seguito aggiungete lo zucchero ai tuorli e aiutandovi con le fruste elettriche montatele fino ad ottenere un impasto omogeneo. Aggiungete il burro ammorbidito, il latte ed il succo dell'arancia e sempre con l'aiuto delle fruste mescolate bene l'impasto. Versate le farine setacciate ed il lievito, quindi aggiungete la scorza d'arancia grattugiata e mescolate bene.
A parte montate gli albumi a neve ferma, aggiungiate gli albumi al composto e mescolate delicatamente, con movimenti dal basso verso l'alto, facendo incorporare aria. Dovrete ottenere un composto soffice e spumoso. Versate il tutto in uno stampo da plum cake imburrato e mettetelo in forno preriscaldato a 170° per circa 40 minuti.


martedì 7 ottobre 2014

Crostata di pere e crema di arance




<Questa si, che mi piace> mi ha detto il consorte dopo averne mangiato due enormi fette che avrebbero sfamato un esercito...  <è proprio pacioccosa>  ha continuato pulendosi la bocca, e continuando mi ha detto <portala subito via se non vuoi che la finisca!>  infatti non è arrivata  a sera...
Avevo trovato le arance al supermercato e  le avevo acquistate, le prime della stagione, non potevo non comprarle, anche perchè avevo già adocchiato questa torta e senza di loro non avrei potuto prepararla...
La torta di pere con crema all’arancia è una torta morbidissima, è farcita con una crema che ha tutto il gusto delle arance fresche appena spremute e Il contrasto fra pere, arance e cioccolato, per finire,  la rende veramente unica…
La ricetta originale la potete trovare sul sito di rebeccadelsol, un'amica blogger, dove potete trovare tante idee per la vostra tavola...

Ingredienti:
150 g di burro
150 g di zucchero semolato
1 uovo
vaniglia in polvere
6 g di lievito per dolci
280 g di farina 00
un pizzico di sale




Crema:
400 gr. latte
100 gr. succo d’arancia
3 cucchiai fecola
4 cucchiai di zucchero
buccia di arancia grattugiata
vanillina
2 pere
gocce di cioccolato fondente q.b.
zucchero a velo q.b. (a piacere)
marmellata di arance q.b.






Procedimento:

Mettere in una padellina antiaderente le pere lavate e sbucciate e tagliate in 4 spicchi, con un abbondante cucchiaio di zucchero e qualche scorzetta d’arancia, fare andare a fuoco medio per circa 10 minuti, facendo attenzione a non fare attaccare o bruciacchiare la frutta, quindi lasciare raffreddare. 

Preparare la crema:
Intiepidire il latte con il succo e la buccia grattugiata d’arancia in una pentolina.
In un'altra pentolina  mescolare la fecola con lo zucchero e la polvere di vaniglia, unire sempre mescolando, il latte con il succo di arance, facendo attenzione che non si formino dei grumi.
Una volta incorporato tutto il latte, unire la vanillina e porre sul fuoco e sempre mescolando portare ad addensare il tutto, togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.



Per la pasta frolla:
Lavorate il burro a pezzetti con lo zucchero, aggiungete l'uovo, la vaniglia e un pizzico di sale, lavorate bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Unite il lievito, la farina setacciati insieme, lavorate velocemente fino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciatela riposare in frigorifero per almeno 1 ora.
Imburrate ed infarinate uno stampo rotondo di 27 cm di diametro.


Mettete da parte una piccola quantità di pasta frolla per la decorazione a strisce e stendete il resto ad uno spessore di 3/4 millimetri quindi foderate la teglia. 
Stendete un velo di marmellata di arance sulla base di pasta, quindi riducete a fettine gli spicchi di pera e sistemateli sulla frolla.
Versate la crema all'arancia e livellate bene la superficie con un cucchiaio. Ricavate dalla frolla rimasta alcune strisce di pasta e disponetele a griglia sul ripieno.
Cuocete la crostata in forno preriscaldato a 180° per circa 30-35 minuti. Lasciatela raffreddare completamente prima di sformarla. A piacere potete spolverarla di zucchero a velo.