domenica 23 febbraio 2014

torta moretta farcita al cioccolato bianco




Io non so voi, ma quando so di avere ospiti mi agito e molto... Perchè questa volta non doveva essere così? Ho iniziato già nei giorni scorsi ad agitarmi tanto che qualcuno me l'aveva fatto notare, per fortuna che ieri tutto poi è filato liscio e ieri sera tutto o quasi era pronto, non dovevo far altro che far cuocere le pietanze nella mattina di oggi e preparare la torta...
Era già da tempo che desideravo preparare la torta moretta, e questa mi sembrava l'occasione adatta.
Questa era una torta moretta particolare infatti presentava una copertura di cioccolato scuro e due strati bianchi di crema al cioccolato bianco, ben evidenti, peccato che nella mia non si vedano proprio..-.-' lo strato di cioccolato bianco è sparito all'interno della torta... Il risultato alla fine è stato ottimo, ma dovrò rivedere la farcitura interna!!! 
E' un dolce dalla preparazione molto facile e dal risultato assicurato, ideale per concludere degnamente una pranzo con gli amici.  Una bomba di calorie certo, ma come rinunciare a una torta sofficissima, e così cioccolatosa?



Ingredienti:

250 gr. zucchero
250 gr. farina 00
50 gr. cacao amaro
5 uova
80 ml olio di semi
160 ml latte
1 bustina di lievito per dolci

Montate con le fruste elettriche le uova con lo zucchero fino a che non siano chiare e spumoso. Aggiungete il latte, l’olio di semi, la farina setacciata, il cacao e il lievito, lavorate ancora per qualche altro minuto, quindi versate il composto in una tortiera diametro 26 cm. già imburrata ed infarinata. 
Cuocete a 170° per 30 minuti circa, quindi fatela raffreddare.

per la crema al cioccolato bianco
Ingredienti:
300 gr di cioccolata bianca di buona qualità
300 gr di panna da montare non zuccherata

In una piccola casseruola spezzettate il cioccolato unite la panna quindi fate sciogliere a fuoco basso e mescolando affinché si sciolga completamente.
Quindi lasciate raffreddare, tenendo ugualmente mescolato ogni tanto per tenere il composto liscio e cremoso. Dividete in tre strati la torta moretta, stendete una parte di crema sulla prima base, mettete il secondo disco sul primo, quindi stendete l'altra parte di crema sul disco, ricomponete la torta ricoprendola col terzo disco di torta.


per la crema di copertura:
150 gr. di cioccolato fondente
150 gr. di cioccolato al latte
25 gr. di burro
25 gr di latte
in una casseruola spezzettate sia il cioccolato fondente che quello al latte, unite il burro e il latte, quindi a fuoco basso, fate sciogliere il cioccolato, il composto deve risultare denso e cremoso.
Stendere la crema al cioccolato sulla torta e mettete in frigorifero per farla raffreddare. Con una forchetta potete praticare delle strisce circolari che la renderanno più bella.


Se volete renderla più peccaminosa, tagliate delle fette individuali non troppo spesse, appoggiatele coricate nei piattini e versateci sopra un po di crema di Whisky (Baileys) o crema al caffè.

domenica 16 febbraio 2014

Torta di San Valentino


Quando l'altra sera mi ha detto "tu hai scelto il menù, io scelgo il dolce" mi sono messa le mani nei capelli... Quando Mario sceglie una ricetta statene certe che è sempre una di quelle ultra mega difficili, che potrebbe mettere in difficoltà anche un cuoco professionista, ma è proprio una sua prerogativa, ormai ci sono abituata.
Ha come una calamita per le cose complicate e difficili, per caso volete sorprendere i vostri ospiti con un piatto originale e complicato, bene dategli in mano il P.C. e in men che non si dica lui lo troverà...
Mi sono sentita molto fortunata quando ne è uscito con un dolce che è una vera delizia e molto golosa... ma non solo, si prepara in breve tempo e il risultato è strepitoso.
Ringrazio tantissimo Fr@ del blog sciroppodimirtilliepiccoliequilibri.blogspot.it che ha condiviso questa torta strepitosa... 


Se volete vedere la sua versione andate a: crostata-con-crema-di-mandorle-al-cacao

Ingredienti:
Pasta Frolla:
180 g di farina 00
1 cucchiaino di lievito vanigliato 
scorza di mezzo limone
100 g di burro
80 g di zucchero 
1 uovo
scorza di mezzo limone


Crema:
100 g di burro
130 g di farina di mandorle
100 g di zucchero di canna
40 g di fecola di patate
10 g di cioccolato in polvere
2 uova
1 cucchiaino di Rum
un pizzico di sale
marmellata di arance 
zucchero a velo


Procedimento per la frolla:
Per realizzare la crostata iniziate dalla preparazione della pasta frolla. Mettete in una ciotola la farina un pizzico di sale ed il burro freddo a pezzetti, lavorateli velocemente fino ad ottenere un composto dall'aspetto sabbioso, aggiungete lo zucchero, il lievito, la scorza di limone grattugiata per aromatizzare l'impasto, quindi unite l'uovo e amalgamate velocemente il tutto fino ad ottenere un impasto compatto elastico.
Formate con l'impasto una palla, avvolgetela con pellicola trasparente e mettete il tutto a riposare in frigo per almeno un'ora. 

Per la crema:
In una ciotola unite la farina di mandorle con la farina di fecola, il cioccolato in polvere e una puntina di sale e mescolate il tutto.
In un'altra ciotola unite il burro morbido e a pezzetti, con lo zucchero, lavorarlo a crema con le fruste elettriche fino a renderlo a crema, quindi aggiungete le uova uno alla volta sempre montando con le fruste.
Aggiungete a questo punto le farine lentamente un poco alla volta, utilizzando sempre le fruste, il rum, fino ad ottenere un composto cremoso.
Stendete la pasta frolla in uno stampo (24 cm.) - imburrato e infarinato - rivestendo anche i bordi, bucherellate il fondo, spalmate la marmellata di arance, quindi versate la crema e livellatela.
Mettete in forno già caldo a 170 gradi e cuocete per circa 40 minuti.
Lasciate raffreddare la crostata e riversatela sulla tortiera, quindi cospargetela con zucchero a velo.



mercoledì 12 febbraio 2014

Castagnole



Quanto manca a Carnevale?… beh non poi così tanto… credo;) noi ci stiamo preparando così: ieri ho fatto le castagnole… giusto per entrare nella giusta atmosfera carnevalesca…
La facilità di preparazione fa di queste castagnole una perfetta idea, veloce e d’effetto, per il carnevale dei nostri bambini.
Le castagnole si possono cospargere con zucchero a velo, rotolare nello zucchero semolato, oppure riempirle con una leggera crema pasticcera, o con marmellata o Nutella; le soluzioni sono tantissime per un divertente e piacevole Carnevale!
Bambini proprio piccoli non ne ho più, ma si rimane sempre un po’ bambini in fondo in fondo. I miei ancora si divertono a farmele sparire, ricomparire, poi si incolpano a vicenda - come se non lo sapessi - peccato che ogni volta ne manchi sempre qualcuna e peccato che una faccia ormai l’università e l’altro sia suo padre, ma come si dice più si è grandi e più si diventa piccoli… ma è bello così….


Ingredienti:
450 gr di farina
50 gr. di maizena
3 uova
100 gr di zucchero
100 gr di burro
la buccia di 1/2 limone grattugiata
3 cucchiai di rum o grappa
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito
olio per friggere



Procedimento:

Mettete in un terrina farina, uova, zucchero, il burro molto morbido, la vanillina, il sale , la scorza grattugiata del limone, il liquore e il lievito (1); lavorate gli ingredienti fino ad amalgamarli, poi portate l'impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e impastate fino ad ottenere un composto morbido liscio e compatto. 
Tagliate la pasta, come si fa con gli gnocchi e formate delle palline grandi come noci. Mettete in una casseruola l'olio, (io ne ho usato una piccola con i bordi alti) e portatelo ad ebollizione. Quando e' caldo, si può iniziare a buttare le castagnole. Giratele e lasciatele cuocere alcuni minuti, attenti a non colorarle troppo, eventualmente abbassate un po' la fiamma. Togliete le castagnole dall’olio con l’aiuto di una schiumarola e mettetele ad asciugare su carta assorbente e lasciatele raffreddare. Le castagnole sono buone in tutti i modi, io le ho riempite sia di marmellata di prugne che con la crema pasticcera che mi era rimasta dal giorno prima. 


martedì 11 febbraio 2014

Coniglio alla cacciatora




Questo post arriva un po' in ritardo, era prevista la pubblicazione proprio domenica, ma poi, come al solito non se ne è fatto niente... anche perchè domenica è stata una giornata fantastica, direi che si poteva dire senza problemi che era primavera, il sole caldo, il cielo senza nuvole, una leggera brezzolina, ma chi se lo aspettava! Mancavano solo le primule e le viole nei prati, e pensare che la notte ci eravamo svegliati con vento forte, acqua torrenziale e perfino tuoni, tuoni in febbraio... io non li avevo mai sentiti! Avevo deciso di preparare il coniglio già da qualche giorno, perchè era tanto che non lo cucinavo e ne avevamo tutti voglia. E' la ricetta usata da sempre, quella che utilizzava zia Elisa, quella che quando finivi di mangiare, con il pane raccoglievi nel piatto quel che rimaneva, anche se non c'era più niente, ma il pane profumava ugualmente...




Ingredienti:
1 coniglio da 1 kg già pulito
1 cipolla 1 gambo di sedano
1 carota
3 pomodori maturi
1 peperone giallo
1 bicchiere di vino bianco
1 bicchiere di aceto
1 cucchiaio di salsa triplo concentrato (sciolto in un po' di acqua)
1 rametto di rosmarino
foglie di salvia
olio E.V.O.
4 patate medie
1 ciuffo di prezzemolo (facoltativo)



Procedimento:


Tagliate a pezzi il coniglio, mettetelo in una ciotola, copritelo con acqua e aceto e lasciatelo in ammollo per un paio di ore.
Affettate la cipolla, tagliate a dadini il gambo di sedano e la carota a rondelle e fate soffriggere tutto in una padella con 3 - 4 cucchiai di olio E.V.O.
Quando il soffritto avrà preso colore aggiungete i pezzi di coniglio ben scolati, profumate con qualche fogliolina di salvia e di rosmarino, salate e fate colorire in modo uniforme, con il coperchio.
Bagnate con il vino bianco, unite i pomodori tagliati a pezzetti, il triplo concentrato, e continuate a cuocere a fuoco basso. A metà cottura aggiungete le patate tagliate a piccoli spicchi e il peperone giallo tagliato a striscioline. Portate a cottura senza il coperchio e sempre a fuoco basso in modo da fare restringere il sugo. A cottura ultimata e a piacere potete profumare con un pizzico di prezzemolo tritato. Ho servito il coniglio con una bella polenta...


venerdì 7 febbraio 2014

Torta di mele e crema pasticcera



In questi giorni ho visto sui blog tantissime torte di mele, tutte buonissime, beh mi avete proprio fatto venire voglia, quindi anch'io ho deciso di prepararne una. La torta di mele che vi voglio proporre è un pò particolare, l'ho trovata su di un giornale mentre aspettavo il mio turno in Comune, dove per far pesare di meno le attese, alcuni giornali erano stati appoggiati su di un tavolino. 
Effettivamente non avrei dovuto farlo, ma mentre nessuno osservava, ho, diciamo "recuperato" la pagina interessata...  Oggi ho preparato questa torta, perchè è anche il compleanno di mio marito, e si da il caso che la torta richiesta sia stata proprio una torta di mele... 


Ingredienti:

150 gr di farina
140 di zucchero
100 gr di burro
2 uova
1/2 bustina di lievito
1/2 scorza di limone grattugiata
2 mele
succo di limone
2 cucchiai di uvetta
2 cucchiai di zucchero di canna
zucchero a velo



Crema pasticcera leggera

Ingredienti:

45 gr di zucchero
1 tuorlo
250 ml di latte
25 gr. di fecola
1 bustina di vanillina
1 pezzetto di buccia di un limone biologico

Ho preparato subito la crema pasticcera, in modo che si potesse ben raffreddare. La quantità è (quasi) quella necessaria per la torta. In una piccola casseruola unire il tuorlo e lo zucchero e montarli con le fruste elettriche per alcuni minuti. Aggiungere la fecola e la vanillina e con una frusta amalgamare il tutto. Aggiungere il latte piano piano facendo in modo da non formare grumi. Aggiungere una scorzetta di limone e porre su fuoco basso.  Cuocete continuando sempre a mescolare, fino alla consistenza desiderata. (Consiglio di portarla ad una buona consistenza). Lasciare raffreddare e togliere la scorzetta di limone.


Per la torta:

In un recipiente montate a crema i tuorli con metà dello zucchero, finchè il composto non diventi chiaro e spumoso. Aggiungete la farina, il lievito, la scorza grattugiata di mezzo limone, due cucchiai di uvetta e per finire il burro fuso e freddo. Montate a neve ben ferma gli albumi, quindi aggiungere a più riprese il restante zucchero. Incorporate gli albumi all'impasto preparato in precedenza. Versate il composto in una teglia diametro 20- 22 cm. dopo averlo ricoperto con carta forno. Stendete delicatamente 6 cucchiai di crema pasticcera sull'impasto, grattugiate una mela e sistemate la polpa ottenuta sulla crema pasticcera, stendendola con un cucchiaio. Tagliate a fette sottili la seconda mela dopo averla pelata e bagnata con il succo di mezzo limone. Sistemate a raggiera le fettine, sulla torta, quindi cospargete con due cucchiai di zucchero di canna.  Mettete in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 35-40 minuti.  Prima di estrarre la torta controllate bene la cottura. Fate raffreddare bene il dolce prima di spolverarlo con lo zucchero a velo. 


domenica 2 febbraio 2014

Crema di zucca

E finalmente gennaio se ne è andato, posso finalmente riappropriarmi dopo diverse settimane della mia cucina!!!
 Finora è stata occupata da mia figlia che in queste settimane si è sempre impegnata per farmi trovare alla sera qualcosa di buono e appetitoso, ma ormai ne sentivo la nostalgia...
Avevo voglia di preparare qualcosa con le mie mani, che per giorni e giorni  non hanno fatto altro che riportare dati e informazioni sul PC.
La scelta è caduta su una profumata e dolcissima crema di zucca, delicata e colorata e che mi fa sempre pensare al calore famigliare, alla casa.


Ingredienti:
600 gr di zucca
200 gr di patate
2 cipolle
brodo vegetale q.b.
olio extravergine
pepe e sale
1 spicchio di aglio
1 mazzetto aromatico: prezzemolo, salvia, rosmarino, timo
parmigiano - reggiano



Procedimento:

Dopo aver tolto la buccia alla zucca e tolto i semi tagliarla a pezzetti. Sbucciate anche le patate e tagliatele a cubetti. Preparate nel frattempo il mazzetto di erbe aromatiche, legando tutte i rametti con un filo di spago da cucina. Tritate finemente le cipolle e dopo averle mondate  soffriggetele in una pentola con l'olio EVO e l'aglio schiacciato. Aggiungete i pezzetti di zucca e le patate e mescolando lasciatele ammorbidire. Unite poco alla volta il brodo vegetale e il mazzetto di erbe aromatiche e sempre aggiungendo brodo quando serve lasciate cuocere il tutto per circa 25 - 30 minuti a fuoco dolce. Trascorso questo tempo, togliete il mazzetto di erbe aromatiche e passate la crema con il minipimer o il frullatore, fino ad ottenere la consistenza desiderata, quindi aggiungere un pizzico di pepe macinato fresco e uno di sale. Servite a piacere con un filo di olio extravergine oppure con abbondante Parmigiano - Reggiano. Si può accompagnare la crema con crostini di pane tostato.