domenica 30 marzo 2014

Risotto ai carciofi e funghi porcini




Ultimamente abbiamo notato che Lilli chiede di uscire con una certa assiduità, sicuramente perchè in giardino si sta benissimo! 
Ma osservando meglio dalla finestra abbiamo scoperto che corre a mangiare le briciole che diamo agli uccellini... ma non ci posso credere! 
Sicuramente questa cosa va avanti da un po' di tempo perchè gli uccellini sono ormai abituati alla sua presenza, neanche a crederci non ci fanno quasi più caso, continuano tutti tranquillamente a mangiare... 
Ma torniamo a noi per questa domenica avevo da tempo in mente di preparare questo risotto dal sapore un po' amarognolo che viene bene addolcito dal burro e dal parmigiano della mantecatura finale donando il giusto equilibrio al piatto..  
Il risotto ai carciofi e porcini risulta un primo ben bilanciato dal punto di vista nutrizionale e può essere un modo gustoso per far apprezzare i carciofi anche ai bambini.


Ingredienti per due persone:
150 gr di riso
il cuore di 3 carciofi 
20 gr. di funghi porcini secchi 
1/2 bicchiere di vino bianco
brodo di carne
1 scalogno
olio

formaggio grana
un goccio di brandy
burro




Procedimento:

Per prima cosa mettete in ammollo i funghi porcini e pulite bene i carciofi, togliendo tutte le foglie esterne, lasciando solo cuore, tagliate la punta per eliminare le spine, quindi tagliateli a metà e di nuovo in quarti, infine lasciateli per qualche minuto in acqua acidulata con mezzo limone.
Fate rosolare lo scalogno tritato in una casseruola, aggiungete i carciofi tagliati e i funghi ben strizzati, lasciate insaporire per qualche minuto.
Aggiungete il riso fatelo tostare, aggiungete il vino bianco e lasciatelo evaporare.
Unite poco alla volta il brodo caldo e portate a cottura il riso.
Quando il riso sarà giunto a cottura unite un goccio di brandy e lasciatelo evaporare. Mantecate con burro e cospargete con una abbondante manciata di Parmigiano grattugiato.
Mescolate bene e lasciate riposare qualche istante prima di servire.

giovedì 27 marzo 2014

Crostata morbida con marmellata di mandarini




Come ogni anno Lia mi ha inviato dalla Sicilia la mitica marmellata di mandarini. Una marmellata straordinaria dal profumo ineguagliabile.
Nonostante ne mandi una quantità enorme finisce in men che non si dica. Ho salvato, nascondendo l'ultimo vasetto, per preparare questa crostata.
E' una crostata molto friabile, morbida e soffice, facile da preparare, ideale da presentare in tavola come fine pasto oppure da sbocconcellare durante la giornata con una buona tazza di the.
La nota agrumata della marmellata, conferisce alla crostata un profumo e un sapore goloso che la rende unica...



Ricetta per teglia diametro 30 cm

400 g di farina
240 di burro
160 gr di zucchero
4 tuorli
½ dose di lievito
scorza di limone
1 pizzico di sale
300 gr di marmellata di mandarini



Procedimento:
Nella spianatoia setacciate la farina, creando una fontana e aggiungete il burro freddo tagliato a pezzetti, sfregate velocemente burro e farina con la punta delle dita, nel momento in cui l’impasto diventa simile ad uno sfarinato, fate di nuovo una fontana e mettete al centro i tuorli, lo zucchero, 1/2 dose di lievito, una puntina di sale e la scorza grattugiata del limone. 
Con una forchetta battete i tuorli con lo zucchero, senza unire inizialmente la farina, quindi poco per volta incorporate tutti gli ingredienti. 
Con una spatola aprire e separare l’impasto, strisciandolo sul tavolo e facendo in modo di far assorbire la farina alle uova. 
Amalgamate quindi velocemente il tutto fino ad ottenere un impasto compatto ed abbastanza elastico. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e trasferitela in frigorifero per almeno un’ora.  
Trascorso questo tempo, riprendete il panetto di pasta frolla e mettetelo su un ripiano freddo e infarinato. Stendete 2/3 della frolla dallo spessore di circa 3-4 mm. quindi con l'aiuto del mattarello foderate la teglia già rivestita di carta forno rivestendone anche i bordi. 
Stendete la marmellata di mandarini, quindi con la pasta rimasta rifinite la torta con le classiche griglie di pasta. Mettete in forno statico a 180 gradi per mezz’ora. 


sabato 22 marzo 2014

Carciofi gratinati


I carciofi non sono proprio la mia passione, rimangono anche se cotti, sempre un po' coriacei, forse per questa ragione li acquisto raramente.
Questa mattina il mercato ne era letteralmente invaso, ovunque girassi gli occhi, i banchi erano pieni di carciofi, sicuramente perchè ormai siamo a fine stagione e questo sabato forse sarà l'ultimo in cui li vedremo.
Questo modo di cucinarli è l'unico che li rende completamente mangiabili in quanto prevede una cottura preventiva in acqua e la gratinatura successiva li rende croccanti e saporiti.

Ingredienti:
4 carciofi
50 gr di pecorino grattugiato
50 gr di pane grattugiato
3 cucchiai di prezzemolo tritato
un pizzico di sale 
un pizzico di pepe
5 cucchiai di olio EVO
succo di 1/2 limone



Procedimento:

Togliere dai carciofi sia i gambi che le foglie più dure, lavarli bene sotto acqua corrente, quindi lasciarli per qualche minuto in una ciotola con acqua e succo di mezzo limone, affinché non anneriscano.
Lessare i carciofi in acqua bollente leggermente salata, fino a che i carciofi non siano diventati teneri. Scolarli e lasciarli intiepidire, quindi tagliarli a metà e infine in quarti.
Nel frattempo mescolare e amalgamare in una ciotola il pane e il pecorino stagionato, entrambi grattugiati, unire sale, pepe e prezzemolo tritato per finire l'olio EVO.
Ungere il fondo di una pirofila e disporre i carciofi sovrapponendoli leggermente, spolverizzare abbondantemente sui carciofi il composto di pane e pecorino, infornare 180 gradi per circa 20 minuti, finchè la crosticina non sia ben dorata.


giovedì 20 marzo 2014

Torta mochena e un nuovo premio


Abbiamo deciso di partire all'ultimo momento e all'improvviso mi sono ritrovata a sciare sulle dolomiti!
Anche lassù la primavera è arrivata in anticipo e si poteva sciare solamente al mattino, nel pomeriggio le temperature erano troppo elevate, quindi si è deciso di dedicare la mattinata a sciare e il pomeriggio a visitare le bellezze naturali delle dolomiti.
Una delle cose che apprezzo di più quando sono in quei posti sono le colazioni strepitose.... dolce e salato, salumi affumicati, formaggi, brioche, marmellate, strudel di mele, crostate e... una torta che mi ha particolarmente colpito, la torta mochena. Neanche a dirlo al nostro ritorno è stata subito richiesta.
Si tratta di pasta sfoglia che racchiude una soffice crema pasticcera e una buonissima marmellata di mirtilli.




Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia
125 gr di marmellata di mirtilli
zucchero a velo (facoltativo)
albume d'uovo

per la crema pasticcera:
1 tuorlo d'uovo
45 gr di zucchero
25 gr di fecola
250 ml di latte
1 bustina di vanilina
la buccia di un limone biologico




Procedimento:
Per la crema pasticcera:
In una piccola casseruola unire il tuorlo e lo zucchero e montarli con le fruste elettriche per alcuni minuti. Aggiungere la fecola e la vanillina e con la frusta amalgamare il tutto. Aggiungere il latte piano piano facendo in modo da non formare grumi. Aggiungere una scorzetta di limone e porre su fuoco basso.
Cuocere continuando sempre a mescolare, fino alla consistenza desiderata. (Consiglio di portarla ad una buona consistenza). Lasciare raffreddare e togliere la scorzetta di limone.



Per la preparazione della torta:

Posizionare la pasta sfoglia sul piano di lavoro e praticare delle incisioni con un coltello sui bordi lunghi del rettangolo.
Cospargere nella zona centrale la crema pasticcera, stendere poi, sopra alla crema pasticcera la marmellata di mirtilli.
Chiudere la vostra treccia alternando le strisce dei due lati.
Infornate a 180 gradi per circa 35 - 40 minuti.
A 5 minuti dalla fine della cottura bagnate la treccia, aiutandovi con un pennello, con albume d'uovo leggermente sbattuto. A piacere potete cospargere di zucchero a velo.

Voglio cogliere l'occasione per ringraziare una nuova amica del blog ricettesfogliate.blogspot.it da poco entrata a far parte del mio blog e che mi ha assegnato il premio che vedete di seguito







E' stato un pensiero davvero gentile e la ringrazio di cuore mi ha fatto un grande piacere aver trovato questo premio al mio ritorno...
Le regole del premio prevedono che venga assegnato ad altri 15 blog e che si risponda ad alcune domande:
1. Mostrare il logo sul proprio blog del premio ricevuto
2. Ringraziare la Blogger che vi ha nominato
3. Scrivere 7 cose su di voi
4. Nominare altri 15 blog
5. Mettere il link dei blog nominati e informarli del premio ricevuto

Passiamo alle 7 cose su di me:
1) Mi piace tantissimo leggere mentre ascolto musica classica
2) Se potessi userei soltanto la bicicletta per spostarmi su e giù per la mia città
3) Sono praticamente un ghiro...la domenica dormirei tutto il giorno!
4) Adoro avere la casa piena di gente, anche se a volte avere ospiti mi manda leggermente in agitazione..
5) Il mio gusto di gelato preferito è l'amarena....in realtà non mangio nessun altro gusto di gelato...non perchè non mi piacciano, è solo che adoro le ciliege :)
6) Oltre che cucinare mi piace passare molto tempo in giardino
7) mi piace tantissimo passare le vacanze in montagna, lo trovo molto rilassante.

Lo offro non ad alcuni ma a tutti i miei amici, se desiderano averlo.

martedì 4 marzo 2014

Tortelli di carnevale al forno con frolla al cioccolato








Oggi ritorna finalmente la mia bambina, una bambina ormai già grande ma per me è sempre la mia piccolina... sono stati solo alcuni giorni e sono stati un'eternità!
Quando lei non c'è anche i cibi hanno un sapore diverso sembrano più scialbi e più insipidi....
Visto che è Carnevale ho pensato di festeggiare il suo ritorno preparando questi tortelli dolci, utilizzando una frolla al cioccolato.
All'interno ho inserito una marmellata di prugne non troppo dolce, per contrastare il gusto del cioccolato.





Ingredienti:
300 g di farina tipo 00
150 g di zucchero
150 g di burro a temperatura ambiente
1 cucchiaino di cioccolato in polvere 
1 uovo intero + 1 tuorlo
1 pizzico di sale
marmellata di prugne q.b. 



Procedimento:
Per la frolla:
Impastare velocemente farina, zucchero, sale e burro aggiungere il cioccolato in polvere e le uova, e amalgamare fino ad ottenere un panetto liscio e uniforme.
Avvolgere l'impasto nella pellicola e lasciarlo riposare per circa un'ora in luogo fresco. Stendere l'impasto con il matterello cercando di ottenere una sfoglia sottile. Ricavate con un bicchiere o con un coppapasta dei cerchi del diametro di 7 o 8 cm. farcire ogni disco con un cucchiaio di marmellata.
Richiudere i tortelli dolci su sé stessi e formare una mezzaluna, quindi sigillare bene i bordi con i rebbi di una forchetta.
Disporre i tortelli sulla placca da forno dopo averla ricoperta con un foglio di carta forno e infornare a 180 gradi per circa 15 minuti. Lasciate raffreddare e spolverizzare con zucchero a velo... e buon carnevale!!!



domenica 2 marzo 2014

Quiche di zucchine




L'idea fin dalla prima volta era stata sua, uno scricciolo alto quanto un soldo di cacio alle prese con padelle e tegami e libro di cucina...
Sto parlando di mia figlia che da quella volta è sempre lei che prepara le quiche, ormai è diventata bravissima, sono sempre buone, colorate e molto appetitose, purtroppo questa settimana non è a casa e io mi sono detta << beh cosa ci vuole per prepararne una... >> spero di essere alla sua altezza.
In frigorifero ho trovato delle zucchine, un rotolo di pasta brisée e anche un pezzetto di taleggio per cui ne preparerò una utilizzando questi ingredienti. Questa quiche per noi è stato un piatto unico, saporito e semplice che racchiudeva un morbido ripieno di zucchine e taleggio...


Ingredienti:
2- 3 zucchine
1 spicchio di aglio
olio E.V.O.
un rotolo di pasta brisèe
100 ml di latte
2 uova
1 manciata di Parmigiano-Reggiano grattugiato
sale e pepe
1 fettina di taleggio (circa 80 gr da tagliare a cubetti)





Procedimento:
Tagliare a rondelle le zucchine e farle rosolare in una padella con 2-3 cucchiai di olio e uno spicchio di aglio. Aggiungere eventualmente pochissima acqua e lasciare cuocere per alcuni minuti.
A parte, con una frusta amalgamare il latte, il Parmigiano - Reggiano grattugiato e le uova. Rivestire una teglia con la pasta sfoglia, versare le zucchine, senza il liquido della padella, versare sopra il composto di uova e latte. Tagliare a cubetti il taleggio e spargere sulle zucchine. Infornare per circa 20 minuti a 180 gradi, per 10 minuti a forno statico e 10 a forno ventilato, finchè la pasta non diventa dorata.